Riflessioni…

La traduzione che mi è capitata come ultimo lavoro è un racconto, un racconto di vita vera, vissuta, un racconto che forse diventerà un film.

Quello che c’è scritto è successo davvero e mentre traduco non posso non pensare agli amori, alle amicizie che ci sono tra quelle pagine, e chissà se i diretti interessati avranno capito (leggendo il libro) che si trattava proprio di loro… e chissà che avranno pensato.

Chissà che sensazione si prova vedere che a distanza di anni in cui non ci si è più visti ne sentiti, qualcuno scrive di te. Forse è qui che capisci che la vita va avanti ma non puo esserci nessuno nella nostra vita che puo essere considerato “meno importante” di altri, perchè se siamo ciò che siamo oggi, lo siamo anche grazie alle persone che abbiamo lasciato indietro, ma che non abbiamo dimenticato.. anzi!

Forse ci pensiamo spesso a loro, ma non vogliamo ammetterlo  perchè forse, tanto loro ci avranno già dimenticati.. e invece anche loro la pensano proprio come noi, e forse si stanno pure commuovendo leggendo il loro nome dietro a quello del personaggio del nostro romanzo, ma non ce lo diranno mai perchè anche loro credono che forse noi non li riconosceremmo più…

E così spegniamo la luce e con un sorriso malinconico andiamo a dormire ripensando a qualche anno fa, quando i problemi più grossi erano i primi amori e le discussioni con gli amici al bar…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: